Report 13 : Connected Vehicle Safety Pilot e ADAS

Il Connected Vehicle Safety Pilot è un programma del Dipartimento dei Trasporti USA, in fase di sviluppo avanzato e con soluzione implementate da varie case automobilistiche, che punta a connettere e a far dialogare tra loro tutti gli elementi della circolazione stradale tramite microprocessori, ricevitori GPS (Global Positioning System) e moduli WLAN (Wireless Local Area Network, tramite Dedicated Short Range Communications), il tutto contenuti in un navigatore satellitare o cellulare: motoveicoli, motocicli, pedoni, infrastrutture (semafori rossi, cantieri, ecc.).
Identificata la posizione e distanza, un segnale visivo e/o acustico avvisano ad esempio autoveicolo e pedone del reciproco avvicinamento, riducendo di molto la probabilità di collisione.
Una implementazione di questo tipo sono le tecnologie “V2X” (Vehicle-to-Vehicle, Vehicle-to-Pedestrian, Vehicle-to-Motorcycle, Vehicle-to-Infrastructure) e I2I (infrastruttura-to-infrastruttura), in programma anche nell’Unione Europea.

Ad esse si aggiungono i sistemi avanzati di assistenza alla guida, o ADAS (Advanced Driver Assistance Systems), quali: il sistema di segnalazione di uscita di corsia, il sistema anticollisione o il sistema di riconoscimento dei pedoni.

Fonte: Wikipedia

Per chiarimenti chiamare lo 041/5315703 e saremo lieti di rispondere.

Prof. Ignazio Conte – Arch. Gabriele Fumai

Report 14 : Automatic Reaction Warning System