Report n. 53 Diffida e messa in mora società di revisione: KPMG spa PwC spa

0
276
1)      Diffida e messa in mora delle società di revisione: KPMG spa PwC spa. Hanno incassato milioni di euro per supportare di fatto la pessima gestione non certo per tutelare i risparmiatori. E’ giusto e doveroso chiedere conto Per non interferire con l’operazione delle transazioni abbiamo atteso che ne venisse confermato ed avviato il pagamento.   

Chi fosse interessato lo segnali, perché procederemo con un secondo invio collettivo

Abbiamo seguito la via della diffida collettiva, ma per chi volesse ribadirla singolarmente nel nostro sito www.codaconsveneto.it trova il fac-simile.

2)      Per la diffida a Consob e Bankitalia attendiamo le prime decisioni dell’ACF, composta in maggioranza da tecnici di loro designazione, e delle prime sentenze civile. Non vi sono problematiche di prescrizione.

3)      Per chi ha aderito alla transazione, registrando una perdita di circa l’85%  riteniamo ancora praticabile le diffide di cui ai punti precedenti.

4)      Le Banche sono state considerate “solvibili” a Bruxelles e quindi il bail-in (fallimento ) è scongiurato.

5)      Ora si apre l’interessante partita dell’ACF Arbitro delle Controversie Finanziarie. Siamo ancora ottimisti…aspettiamo le prime decisioni

6)      Il taglio dei costi rappresenta uno dei punti cruciali dei piani strategici a cui stanno lavorando i vertici.  Del resto la notizia che torneranno in quotazione alla Borsa le azioni del MPS conferma che con l’aumento di capitale precauzionale (intervento dello Stato) permane un valore delle azioni. A noi interessa che permanga un interlocutore che onori i propri debiti ( e le responsabilità verso i risparmiatori …sono debiti!) Attualmente all’esame della Bce l’obiettivo sarebbe la chiusura di circa 200 filiali delle 900 totali facenti capo ai due istituti. Allo snellimento della rete di sportelli è collegata la riduzione della forza lavoro che, secondo alcune voci, dovrebbe riguardare 3.500 dipendenti, destinati a scendere intorno a 1.500 considerando la cessione di alcune società controllate.

Tra le prime indiscrezioni sugli atti della Procura di Roma I favori di Vincenzo Consoli a Pavan per vendere 173.317 azioni L’indagine Consob sull’ex presidente di Permasteelisa che ha incassato 6 milioni si intreccia al giallo delle opere d’arte comprate per 14 milioni di euro e svalutate dell’80% ancora a bilancio di Veneto Banca.

7)       La tempestiva attenzione, assolutamente positiva, del Governo e della politica a predisporre adeguati sostegni per favorire un esodo non traumatico del personale si accompagna al silenzio sulla difesa dei risparmiatori e, quando se ne parla lo si fa sempre nell’ottica” di carenze di risorse”. Credo che sianoPr il maturati i tempi che i risparmiatori passino dalle recriminazioni  all’impegno di animare l’associazione, meglio un vero e proprio sindacato dei risarmiatori, specie a tutela delle fascie anziane o di scarsissima formazione finanziaria.  In questo senso annuncio un

un pomeriggio di aggiornamento e proposte per la tutela del risparmio”

sabato 13 maggio a Mestre, presso la sede regionale del Codacons Veneto

Per il coordinamento ANLA Veneto – Senior Italia-Veneto -Codacons-Veneto

avv. Franco Conte

 

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY